A.P.S. Controvento, propietario del sito www.municipio13.it, per offrirti una migliore esperienza digitale su questo sito, utilizza cookie di "terza parte", ovvero cookie statistici di tipo analitico inviati da Google Inc. nell'ambito del servizio di analisi statistiche in forma aggregata denominato Google Analitycs. La prosecuzione della navigazione comporta la prestazione del consenso all'uso dei cookie.Procedendo con la navigazione, dunque, ci autorizzi a memorizzare e ad accedere a tali cookie sul tuo dispositivo. 
Se vuoi saperne di più, clicca qui, se non accetti ti preghiamo di chiudere questa finestra del tuo browser. 


periodico di informazione locale

Sottopasso Aurelia

Aggiornamento lavori sottopasso Aurelia

lavorisottopassoottobre

Questa mattina (mercoledi 21 Ottobre) Valentino Mancinelli ha effettuato un sopralluogo sul cantiere del sottopasso Aurelia sul versante ovest della Consolare, dal lato della Stazione Aurelia, postando alcune foto che documentano il costante proseguimento dei lavori per l'allacciamento con Via Gregorio XI, opera tanto attesa dal quartiere ma anche dall'intero quadrante a ridosso dell'Aurelia, nella speranza di un miglioramento dell'intera viabilità di zona e del traffico in entrata a Roma, tenendo anche in conto che essa sarà sicuramente la direttrice preferita da chi, tra poco più di un mese, affluirà in città per il Giubileo. "Dopo molti anni di blocco, i lavori ormai proseguono regolarmente" commenta Mancinelli sui social. (Mag)

Sottopasso Aurelia, Giannini: segnaletica pericolosa

aurelia lavori"Qualche striscia gialla ad indicare una segnaletica provvisoria e un cavalletto con un cartello sono le misure di sicurezza adottate sul tratto di via Aurelia dove sono ripresi i lavori per la realizzazione del sottopasso". Le segnalazioni stanno arrivando da molti cittadini residenti che quotidianamente percorrono quel tratto di strada ad alta velocità, lamentando la pericolosità e le scarse indicazioni della segnalatica con la ripresa del cantiere. Il consigliere municipale Daniele Giannini questa stamattina è andato a verificare di persona la situazione: "Ho constatato - ha poi spiega Giannini - una situazione di pericolo dovuta ad una segnaletica a dir poco ridicola e insufficiente. Purtroppo con la solita incapacità e mancanza di controllo che caratterizzano l'amministrazione del PD ecco che ci troviamo di fronte ad una cantierizzazione che non tiene in nessuna considerazione la sicurezza degli automobilistiSembra che il PD non conosca l'Aurelia, una strada dove corrono come matti e infatti chiunque dal quartiere limitrofo e dal circolo sportivo Real tenti di immettersi sulla statale, come potete vedere dalle foto, corre dei pericoli enormi. Chiediamo che "prima di subito" vengano messi dei cartelli più visibili, anche con segnalatori luminosi. Sulla sicurezza stradale dei cittadini - conclude Giannini - non si riparmia". In una nota congiunta dei consiglieri Fabbri,Giannini e Di Trocchio del gruppo Noi con Salvini, così si legge: "E' inaccettabile che un cantiere possa avviarsi con una segnaletica talmente carente, da creare notevoli pericoli agli automobilisti che da Via Licio Giorgeri devono immettersi su via Aurelia".

Riprendono i lavori al sottopasso Aurelia

alvialavorisottopasso

Con una breve dichiarazione sui social l'Assessore alla Mobilità del XIII Municipio Carlo Mattia ha annunciato questa mattina la ripresa dei lavori per il completamento dell'ultimo lotto sul cantiere per il sottopasso Aurelia.

Il Presidente Mancinelli chiarisce che da oggi si prepara l'area per il cantiere "dopo il rilascio dell'autorizzazione O.S.P. da parte del vicino Municipio XII".

 

Come aveva infatti dichiarato il Consigliere Enrico Gandolfi a Municipio13.it a seguito della riunione della Commissione LL PP del XIII Municipio dello scorso 23 marzo  “La realizzazione del sottopasso di via Aurelia è inserita tra gli interventi previsti nella Convenzione attuativa dell’Accordo di Programma denominato “Valcannuta”. L’esecuzione dell’opera è a cura della Tanaro di Gianni Casson & C. S.a.S. e successivamente sarà consegnata a Roma Capitale. L’opera non è quindi in carico all’Amministrazione, ma sarà realizzata dal privato. Il progetto è stato suddiviso in una fase preliminare e tre fasi successive per consentire il contemporaneo utilizzo della via Aurelia e limitare i disagi al normale traffico cittadino. Ad oggi è stata conclusa la seconda fase". 

Gandolfi aveva poi ulteriormente chiarito la questione del cronoprogramma dei lavori, sottolineando che dopo la terza fase era prevista un’ulteriore quarta fase per la conclusione definitiva dell’intera opera.

"Nella Commissione LLPP del 23 Marzo 2015" - continuava Gandofi spiegando le conclusioni cui si era arrivati -  "è intervenuta, dopo diversi inviti, la Tanaro & C.; la società ha illustrato l’ultimo cronoprogramma, dichiarando, come tempistica stimata per i lavori della terza fase, il periodo che va dal 16 febbraio 2015 al 29 Maggio 2015. Tutti i Commissari e l’Assessore ai Lavori Pubblici intervenuti alla riunione, hanno fatto notare come i lavori non fossero ancora partiti, così da lasciare supporre un prevedibile allungamento dei tempi. La Tanaro ha riferito come il ritardo sia dipeso dalla mancanza della richiesta dell’autorizzazione di occupazione del suolo pubblico al  Municipio XII, limitrofo al XIII,  dal momento che gli interventi della terza fase ricadono nel territorio del suddetto Municipio. Sotto richiesta esplicita la Tanaro ha rimarcato la volontà di portare a temine i lavori. Tutta la Commissione ha chiesto con decisione la riapertura immediata del cantiere, invitando la società a chiedere, nel più breve tempo possibile, i permessi necessari al Municipio XII e ha assicurato una costante vigilanza e attenzione affinché l’opera sia al più presto consegnata alla cittadinanza. Nonostante l’assenza, nella Convenzione stipulata nel 2005, di uno strumento che renda possibile l'applicazione di sanzioni alla società nel caso di ritardi nell’esecuzione e nella consegna dell’opera (situazione che rende oggi difficoltoso un intervento incisivo sul costruttore)" - concludeva Gandolfi - "l’Amministrazione del Municipio XIII continuerà, con più forza, a mettere in atto tutte le azioni possibili per concludere un'opera che da troppo tempo i cittadini di quel quadrante aspettano. “

Evidentemente - ci auguriamo- superati i problemi di competenza, accogliamo con soddisfazione la ripresa dei lavori per il sottopasso, auspicando la risoluzione in tempi brevi dell'intera opera. (Mag)

Sottopasso Aurelia: Ok del Municipio XII e della Tanaro

SottopassoAurelia2"La società Tanaro ha presentato il progetto per le modifiche alla viabilità della complanare necessarie per l'ultimo lotto di lavori per il sottopasso tra via Aurelia e via Gregorio XI, in seguito all'approvazione della viabilità provvisoria di cantiere da parte del Municipio XII". Lo riferisce Valentino Mancinelli, presidente del Municipio 13. La data di scadenza per i lavori, secondo Cristina Maltese, presidente del Municipio XII, potrà essere comunicata la prossima settimana. Municipio13.it in un precedente articolo sul sottopasso Aurelia aveva verificato che già nella Commissione LLPP del 23 marzo, dopo diversi inviti, la Tanaro & C., aveva illustrato l’ultimo cronoprogramma, dichiarando, come tempistica stimata per i lavori della terza fase, il periodo dal 16 febbraio 2015 al 29 Maggio 2015. Il 29 maggio è passato da tempo, la speranza ora è che, una volta sbloccata la viabilità provvisoria con l'intervento del Municipio XII, si definisca al più presto una data per il termine ultimo dei lavori. Dalle carte si evince tra l'altro un particolare non irrilevante, nella Convenzione stipulata nel 2005, non esiste uno strumento che renda possibile l'applicazione di sanzioni alla società nel caso di ritardi nell’esecuzione e nella consegna dell’opera, una situazione che ha reso fino ad oggi difficoltoso un intervento incisivo del Municipio 13 sul costruttore. (Aug)

Insolita (e breve) movimentazione di materiale al sottopasso dell'Aurelia

lavorisottopasso

Il cantiere fantasma aveva dato segnali di vita: da martedì 7 aprile sembravano ricominciati i lavori nell’area recintata sotto la Via Aurelia all’altezza dello svincolo di via Gregorio XI sulla consolare, a Val Cannuta.

Movimentazione di materiale, camion e ruspe hanno animato di nuovo il cantiere abbandonato ormai da mesi, riaccendendo nei cittadini della zona la speranza che questi infiniti lavori potessero presto trovare la loro adeguata realizzazione. Purtroppo, solamente dopo una settimana, i lavori sono stati di nuovo sospesi e il cantiere è ripiombato nell'abbandono, i cancelli sono stati richiusi ed ogni traccia di vita è scomparsa dalla nuova spianata di terra in brevissimo tempo realizzata.

Uomini e macchinari impiegati farebbero capo alla azienda – la IBISCO Appalti srl – subappaltatrice dei lavori nel cantiere di Via della Stazione Aurelia nella nuova zona in fase di urbanizzazione compresa tra la stazione stessa e Via Aldobrandeschi, ditta purtroppo tristemente nota perché al centro, nel maggio dello scorso anno, di un tragico episodio di cronaca intercorso proprio nel cantiere citato che vide al centro dell’attenzione la morte di un geometra – Dario Testani, di 31 anni – a causa di uno smottamento del terreno su cui lavorava con altri operai della Ibisco srl. Sembra che la causa di tale incidente fosse da attribuire al mancato rispetto delle misure di sicurezza sul lavoro, dal momento che il geometra non indossava gli accessori anti-infortunistici ma nemmeno erano state messe in opera le paratie antismottamento necessarie in questi casi.

(Mag) 

Sottopasso Aurelia, il cantiere fantasma

Pista ciclabile Val Cannuta640Lo stato di degrado in cui versa tutta la parte finale della pista ciclabile di Valcannuta verso l’Aurelia è purtroppo drammaticamente l’indegno corollario dell’infinita opera di sistemazione dello svincolo dell’Aurelia in entrata su Via Gregorio XI. 

L’opera, il cui avvio previsto per il 17 gennaio 2013 fu trionfalmente annunciato dalla Giunta Giannini, è attualmente bloccata a causa di una serie di intoppi burocratici che vedono coinvolti i due municipi XIII e XII (cui l’Aurelia in quel punto costituisce discrimine),  la società Papillo Case che doveva occuparsi in concreto della realizzazione del sottopasso secondo la Convenzione F2 Val Cannuta, L’ANAS che gestisce la consolare e la confinante stazione Aurelia.

Il Presidente Mancinelli, intervistato a tal proposito il 7 marzo 2014 da una testata web, aveva assicurato circa la continuazione dei lavori di sistemazione del tunnel, già munito di solaio per metà della sua lunghezza ed in attesa di portare a termine il lavoro dalla parte della stazione Aurelia. Lo stesso Presidente aveva promesso il ripristino delle quattro corsie dell’Aurelia prima della scorsa estate, avvenuta però parzialmente in quanto sulla consolare sono ancora presenti i cordoli di cemento che erano stati predisposti in ausilio ai lavori e che attualmente causano una pericolosa restrizione della via.

Non possiamo che registrare invece l’ennesimo stallo di questa opera pubblica così importante per il decongestionamento della viabilità dell’intero quartiere di Valcannuta e la mancanza totale di comunicazione a tal riguardo da parte dell’amministrazione pubblica cui rivolgiamo ulteriore appello a dare una risposta a questa interminabile questione urbanistica.

Al di là delle diatribe politiche e dei diversi interessi, auspichiamo che l’attuale Giunta riesca invece a svolgere un’azione mediatrice ad ampio spettro che dia una soluzione definitiva alle necessità di questo quartiere.(MaG)